IOTA Italia
Il portale italiano di riferimento per IOTA
space-bg.jpg

FAQ

Domande frequenti e relative risposte

cos'è iota?

IOTA è un token crittografico di nuova generazione, creato per essere lightweight e venire utilizzato nell'Internet of Things, contrariamente alle altre crittovalute che sono nate per scopi diversi e che sono basate su Blockchain complesse e gravose.
IOTA è programmato in ternario e ha un Tangle al posto di una Blockchain, il che lo rende infinitamente scalabile e rimuove la necessità di avere costi di transazione.

Whitepaper di IOTA (Eng)


esiste un portamonete per iota?

Si! Ci sono varie versioni del portamonete, in base al tipo di uso che se ne vuole fare e in base al tipo di utente che lo deve utilizzare. Si consiglia di usare il Light Wallet con interfaccia grafica, semplice e completo, adatto a tutti i tipi di utenti con necessità di utilizzo base.


quante transazioni al secondo può raggiungere iota?

Al momento il numero massimo di TPS raggiunte durante uno stresstest sul Testnet è superiore a 800, un numero molto più alto della grande maggioranza delle crittovalute disponibili sul mercato (Bitcoin al momento si limita a circa 7 TPS, Ethereum a 40). Tuttavia grazie alla scalabilità infinita del Tangle, man mano che il network cresce anche il numero di TPS aumenterà di conseguenza, senza necessità di ulteriori interventi dedicati.


iota soffre dei problemi di scalabilità tipici delle crittovalute tradizionali?

No! Grazie alla tecnologia alla base del Tangle, IOTA è infinitamente scalabile, infatti più utenti utilizzano la rete, più essa è rapida, sicura ed efficiente. Si tratta di un cambio di paradigma e di uno sforzo di pensiero ancora ulteriore rispetto a quello già introdotto da Bitcoin.


LA SUPPLY DI IOTA HA SUBITO QUALCHE MODIFICA?

Si, successivamente al lancio la supply di IOTA è stata modificata rispetto alla ICO, da 100 milioni originari si è passati alla quantità attuale. Tuttavia è importante sottolineare come questo cambiamento sia stato eseguito tramite una conversione dei bilanci preesistenti degli utenti, non immettendo nuova moneta, di conseguenza è semplicemente stata adottata una nuova unità di misura per i token. Le percentuali relative sono rimaste invariate: un ipotetico utente che avesse avuto l'1% della supply iniziale, anche dopo la conversione avrebbe avuto l'1% della supply successiva.


su quali eXchange è scaMBIATO IOTA?

IOTA è disponibile al momento solo sull'exchange Bitfinex. Gli sviluppatori hanno comunque comunicato di essere in contatto con i principali exchange, quindi il numero di piattaforme disponibili dovrebbe a breve aumentare.


quanto ci vuole perchè una transazione iota venga confermata?

Al momento la velocità di conferma delle transazioni è molto variabile, anche perché la maggior parte degli utenti sposta il proprio potere di calcolo avanti e indietro fra testnet e mainnet per aiutare lo sviluppo ed effettuare test tecnici. Quando IOTA sarà disponibile sugli exchange la rete sarà molto più stabile e le transazioni dovrebbero venir confermate in pochi minuti se non secondi, per poi diventare sempre più rapide man mano che il numero di utenti aumenta.


quali sono stati i termini della ico di iota?

La ICO di IOTA si è svolta nel dicembre 2015 venendo annunciata su Bitcointalk. Non c'è stata alcuna premine e sono stati raccolti 1337 BTC dedicati poi allo sviluppo del progetto; inoltre la maggior parte dei partecipanti ha donato una sostanziosa parte dei fondi per la creazione della IOTA Foundation, che è un'organizzazione no-profit con sede in Germania.


quanti iota ci sono in circolazione?

Esistono in totale 2 779 530 283 277 761 IOTA (poco più di 2.7 PETAIOTA, IOTA usa i prefissi del Sistema Internazionale di unità di misura), che corrisponde a una disponibilità monetaria maggiore di circa il 30% rispetto a Bitcoin (che conta poco più di 2.1 PETASatoshi). L'unità base usata sugli exchange e su coinmarketcap.com è il megaiota (MIOTA), pari a 1 000 000 (10^6) IOTA.


per quale motivo è stata modificata la supply?

La supply è stata modificata per essere facilmente gestibile da sistemi ternari (essendo la nuova supply corrispondente a un'esponente in base 3) e da utenti umani (eliminando le cifre decimali e adottando i prefissi del SI).


cosa sono gli snapshot?

Gli Snapshot sono delle "istantanee" del network realizzate periodicamente immortalando i vari indirizzi esistenti e i relativi bilanci: essi svolgono il ruolo di "salvataggi" del Tangle, a cui i nodi fanno riferimento per sincronizzarsi senza dover ricordare le transazioni precedenti, in modo da limitare le dimensioni della rete. Al momento gli Snapshot vengono realizzati tramite il COO dalla IOTA Foundation, e diventeranno automatici una volta che il COO verrà disattivato. Va ricordato che alcuni nodi comunque manterranno l'intero storico della rete.


si può minare iota?

No, tutti gli IOTA sono stati distribuiti tramite una ICO. Tuttavia per effettuare ogni transazione, è necessario convalidarne altre due tramite del Proof of Work molto leggero, quindi tecnicamente tutti gli utenti sono miners e si effettua automaticamente un processo simile al mining ogni volta che si mandano fondi.


quale è il modo migliore per rimanere informati riguardo a iota?

Il modo migliore per tenersi informati è seguire i canali di informazione ufficiali usati dal team di sviluppo per comunicare con la community:
- Slack
- Twitter
- Medium
- Bitcointalk


chi sono i creatori di iota?

IOTA è stato fondato nel 2015 da David Sønstebø, Sergey Ivancheglo, Dominik Schiener e Serguei Popov. Serguei Popov, Dottore in matematica, ha sviluppato gli strumenti matematici necessari per la creazione del Tangle, che è poi stato realizzato dagli sviluppatori Sergey Ivancheglo e Dominik Schiener. Il direttore del progetto è David Sønstebø, e iI team di sviluppo ha sede a Berlino. A sostegno del progetto è stata fondata la IOTA Foundation, con fondi donati dagli utenti.


esiste qualche partnership fra iota e aziende operanti nel settore?

Si! La IOTA Foundation è in partnership con Ubuntu/Canonical, Innogy, Microsoft, Cisco, Foxconn, Bosch e altre aziende di alto profilo non ancora rivelate . Con Canonical la IOTA Foundation sta sviluppando modelli di microstransazioni per il mercato delle telecomunicazioni, con Microsoft collabora alla piattaforma Azure e con Cisco, Foxconn e Bosch ha cofondato la Trusted IoT Alliance.


la rete di iota è decentralizzata?

Si, la rete di IOTA è decentralizzata, infatti una transazione per essere valida deve essere approvata da più nodi, e lo storico delle transazioni è condiviso. Tuttavia al momento è attivo un "Coordinatore" (COO) gestito dalla IOTA Foundation, per evitare 34% attacks fino a che la rete non è abbastanza distribuita da essere autosufficiente. A breve il COO verrà disattivato.